nov 8
2011

Zuccavia muffins


Un doppio esperimento; il primo: l’utilizzo della zucca cruda: volevo un dolce gustoso ma senza cuocere preventivamente la zucca.
Il secondo: usare la nostra Stevia.
A Camaiore, in occasione del Veganfest, abbiamo acquistato la pianta di Stevia.
Trapiantata nell’orto è cresciuta e si è mantenuta in forza. Seguendo i consigli del venditore a Settembre ho raccolto le foglioline, le ho essiccate e tritate. Il prodotto finito è modestissimo, la piantina è ancora piccola, ma ho voluto comunque provare ad utilizzare questa preziosa foglia.
Il risultato è sorprendente: i muffin sono dolci, buoni e aromatici.
In effetti la Stevia ha anche un aroma molto particolare: nelle tisane, budini o creme è perfetta!!!

Ingredienti:
250 gr di zucca (bella asciutta)
1 o 2 mele per il peso complessimo di 150 gr
150 gr di farina di riso
100 gr di farina di grano saraceno
50 gr di maizena
1 yogurt di soia
50 gr di uvetta ammollata
2 cucchiaini di Stevia tritata
200 ml circa di succo di mela senza zucchero
1 bustina di lievito

Procedimento:
In un robot inserire la zucca a pezzetti, la mela e tritare finemente; in ultimo aggiungere l’uvetta ammollata e strizzata e tritare nuovamente. L’uvetta si deve sminuzzare leggermente.
In una ciotola capiente unire gli ingredienti secchi, compresa la Stevia e il lievito. Unire il trito di zucca e mela, aggiungere lo yogurt di soia e il succo di mela.
Amalgare con cura, il risultato sarà denso e corposo.
Distribuire il composto nei pirottini di carta forno, inseriti negli stampini di alluminio (per mantenerli in forma) riempire bene i pirottini; le farine senza glutine lievitano pochissimo, inoltre essendo un impasto molto corposo non c’è pericolo che fuoriesca dagli stampi.
Spolverizzare la superficie con poco zucchero di canna (per creare una graziosa crosticina) e cuocere in forno caldo a 180° per 15-20 min. Fare la prova stecchino.
Sfornare e togliere con cautela i muffin dagli stampini d’alluminio, per favorire il raffreddamento.
Con questa dose ho realizzato 15 muffin.

Ho voluto fare la prova torta…. Bellissima e buonissima.
Lo stesso impasto in una tortiera del diametro di 20 cm.

L’unico neo: tra un paio di dolci avrò finito la Stevia.
La torta e i muffin sono buonissimi, rimangono leggermente umidi e morbidosi, la colazione perfetta!!!
Questa ricetta partecipa al contest:

Ho scoperto che esistono i contest grazie ad un commento di Elettra!!!
Ho curiosato in rete ed ho trovato Farina. lievito e fantasia. Ho pensato: “davvero interessante, adoro la zucca, la cucino in mille modi diversi, perché non provarci…” Mi fa davvero piacere provare ad inviare una mia ricetta al Contest, ho l’occasione di far conoscere la cucina vegana: colorata, fantasiosa, gustosa, sana e cruelty free. 
Chicca ha accolto l’iniziativa ed insieme (ma separatamente) ci proviamo!!! Una nuova esperienza da condividere.
Spero possa interessare, gli ingredienti sono davvero inusuali, ma mi rappresentano: l’aspetto esteriore non è tutto; il contenuto è molto più importante; in questi muffin non c’è zucchero, ma solo la buonissima stevia. Ovviamente è sostituibile con lo zucchero di canna: il risultato è comunque garantito!!!

6 risposte a “Zuccavia muffins”

  1. Fatina92 scrive:

    ciao è il mio 1° commento sul tuo blog
    wow stupendi
    io cerco la stevia ma nn la trovo… c’e solo in rete: questo mi obbliga a venire alla prossima vegan fest

  2. Mimì scrive:

    Molto sfiziosi questi muffin alla zucca e stevia, anch’io ho della stevia e i semini li pianterò in primavera :) ottima alternativa al consueto zucchero, brava Felicia per la ricetta originale e per gli ingredienti :D

    • Felicia scrive:

      Grazie mille!!!! come ben sai mi piace utilizzare valide alternative agli ingredienti “tradizionali” la stevia mi è piaciuta :-)

    • Elena scrive:

      Mi ha detto l’esperto di stevia che i semi sono sterili in percentuale altissima…non conviene seminare perchè il risultato è molto incerto, ciao

      • Felicia scrive:

        Ho acquistato la piantina, e l’ho riprodotta tramite talea, non ho i semi. In questo modo sono partita quest’anno con una piantina ma il prossimo anno ne avrò tre. Spero non soffrano troppo il freddo :-)

Lascia una risposta