Infuso o ghiacciolo?

La scorsa estate mi ero fermata all’infuso, quest’anno ho voluto confezionare i ghiaccioli, ne consumiamo molti, a Cremona  il caldo è decisamente afoso.

GHIACCIOLI1
Mi sembrava coerente provare ad autoprodurli, utilizzando materie prime migliori e aggiungendo aromi assolutamente salutari e benefici. Prima di tutto, stampini per ghiaccioli.

Ingredienti per 8 ghiaccioli:
600 ml di acqua
2 cm di radice di zenzero
2 rametti di menta fresca
200 ml di sciroppo alla menta bio

Procedimento:
Fate bollire l’acqua con lo zenzero a pezzetti per 5 minuti.
A fuoco spento, ma nell’acqua ancora calda, aggiungere i rametti di menta lavati.
Lasciar raffreddare.
Spremere lo zenzero (per poter sfruttare al massimo questa deliziosa radice), aggiungere lo sciroppo alla menta, travare in una brocca e lasciar riposare in frigorifero, almeno 12 ore.
Agitare lo sciroppo e filtrando travasate negli appositi stampini, riporre in freezer il tempo necessario.
Assaggiate! da non credere, non esiste niente di simile.

Senza l’aggiunta dello sciroppo alla menta, è un ottimo infuso da servire fresco, dissetante e rigenerante.
Pubblicato su Veganblog il 25.06.2010

7 commenti su “Infuso o ghiacciolo?”

    • Provali……… sono rinfrescanti, dissetanti, ma attenzione: danno dipendenza!!!!!
      Forti vero le mollette!!!! e i bastoncini riciclabili e lavabili in lavastoviglie!!! Sono anni che confeziono ghiaccioli 🙂

      Rispondi

Rispondi a CescaQB Annulla risposta