Tofizza

Questa sera ho mangiato la pizza!!!! La pizza!!!! (leggete la frase cantilenando come i bimbi)


Erano anni che non mi gustavo la pizza……
La assaggio, un piccolo pezzetto quando la preparo per Fausto, ma poi, anche se a malincuore smetto: purtroppo gli effetti del glutine li sento subito.

Ma da oggi ho risolto definitivamente il problema, ecco la pizza senza glutine, light (anche se non so contare le calorie, ma non potrebbe essere diversamente!!!), proteica, sana…. Insomma una super pizza!!!!
E’ buonissima, è piaciuta tantissimo anche a Fausto, e lui aveva appena finito di mangiare una pizza con pasta madre….
Ovviamente la pasta non è come la tradizionale, ma vi posso assicurare che la differenza è minima.
Croccante nella parte a contatto con la teglia e leggermente morbida sotto la guarnizione, fragrante, ma non troppo….. in poche parole perfetta!!!
Ora non vi resta che provare la Tofizza…. Vi assicuro che rimarrete sorpresi ed entusiasti.

Ingredienti per le pizzette:
250 gr di tofu al naturale
100 gr di farina di riso
4 cucchiaini rasi di farina di semi di carrube
sale dolce di cervia
origano (un pizzico)
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
½ bustina di cremor tartaro o lievito istantaneo non aromatizzato 7-8 gr circa

Ingredienti per la guarnizione:
salsa al pomodoro autoprodotta
funghi champignon saltati in padella
olive nere q.b.
cipollotti di tropea
origano
olio extravergine d’oliva

Procedimento:
Semplice, veloce e ormai conosciuto, come per la Tarte Tatin di zucchine o per gli Gnocchi di tofu e zucchine inserire il tofu nel robot, tritare e successivamente aggiungere la farina di riso, l’origano (solo un pizzico), il sale e tritare nuovamente.
Assaggiare ed eventualmente aggiustare di sapore, infine unire la farina di semi di carrube, la mezza bustina di cremor tartaro o lievito non aromatizzato e l’olio extravergine d’oliva.
Azionare nuovamente il robot, in pochi istante la massa si compatterà. Ritirare l’impasto in un contenitore per alimenti e far riposare in frigorifero per almeno 30 min.
Nel frattempo preparare le guarnizioni.
Io ho optato per dei funghi champignon saltati in padella con zenzero e maggiorana, olive nere e cipollotti di Tropea, cotti leggermente a vapore.
Terminato il tempo del riposo, riprendere l’impasto, lavorarlo brevemente e stenderlo con il mattarello ad uno spessore di 4-5 mm al massimo.
Consiglio di tirare l’impasto su un foglio di carta forno leggermente infarinato con farina di riso.
Ritagliare dei dischetti del diametro desiderato (i miei erano di 8 cm di diametro per un totale di 14 pizzette). Rimpastare i ritagli e proseguire sino ad esaurire tutto l’impasto.

Spalmare un leggero strato di salsa al pomodoro sulle pizzette e cuocere in forno caldo a 180°-190° per 10 min.

Estrarre la teglia dal forno e guarnire le pizzette, cospargere poco origano sulla superficie e distribuire in filo di olio extravergine d’oliva.

Rimettere le pizzette in forno per altri 5 min.

Si gonfieranno leggermente, proprio come le cugine famose, estrarre senza far asciugare troppo l’impasto.

Servire calde o tiepide, ma sono talmente buone che anche fredde sono perfette!!!!

Gustare senza limiti, una tira l’altra…. e senza sensi di colpa.

Leggere….. gustose…… sfiziose…. Versatili….. ho già in mente 1000 varianti possibili!!!!

Ancora un’immagine….

Ancora una…

Questa è l’ultima…….


19 commenti su “Tofizza”

    • Grazie!!!!! sono molto soddisfatta delle mie pizzette, sono buonissime, piacciono a tutte e due, veloce e non appesantiscono……… che emozione quando le ho mangiate!!! 🙂

      Rispondi
  1. Increidibile, non si nota la differenza, sono delle Signore Pizzette le tue! Con i funghi e la cipolla di tropea poi…non si può chiedere di meglio! Sono curiosissima di provarle!

    Rispondi
  2. Domanda da ignorante in materia: ma non puoi usare le farine senza glutine o le pizze già pronte? O forse la dieta vegana non le contempla? Fatto sta che queste tofizze sembrano davvero appetitose!

    Rispondi
    • Le farine senza glutine o le pizze pronte sono prodotte utlizzando farine raffinate, privi di principi nutritivi e ricche di zuccheri. Preferisco utilizzare farine naturalmente prive di glutine e produrre un impasto utilizzando il tofu per avere un prodotto con valori nutrizionali diversi. Le proteine del tofu rendono queste tofizze complete sotto il punto di vista nutrizionale, e sono buonissime!!!!!! molto più di quelle acquistate pronte (non le ho mai prese…. e non ho mai utlizzato una farina deglutinizzata. Cerco di prestare attenzione alla qualità degli alimenti. 🙂

      Rispondi
  3. Sai che con questa ricetta avrai fatto la felicità di tantissimissimi!? ma complimenti, mi lasci sempre senza parole … e voglio provarla, magari per il pranzo prenatalizio tra amici posso stupire tutti con queste pizzette! segnata!!!

    Rispondi
  4. Sei un mito Feli, perchè riesci a trovare il modo di far gustare addirittura le pizzette a chi purtroppo non può mangiare glutine, (che poii farebbe bene a tutti non esagerare…) grande! sei la paladina del gluten-free!!

    Rispondi
  5. Vorrei sapere per quella ricetta di tofizza, è veramente necessario mettere la farina di semi di carrube? Io non ce l’ho, va bene senza? Grazie. Baci.

    Questo commento è la mia risposta ad una domanda di Maria Cristina lasciata sul risotto al kiwi e canapa. Lo riporto perchè la risposta potrebbe essere utile ad altri.

    Per quanto riguarda la Tofizza puoi tranquillamente sostituire la farina di riso con 150 gr di farina 0 senza unire la farina di semi di carrube, o puoi usare 50 gr di farina di riso e 100 di farina 0. Vedrai riescono benissimo, riporto il commento anche sul post della Tofizza, la tua domanda può essere utile ad altri….. Un bacione, e Buon Anno!!!!

    Rispondi

Rispondi a Herbs Annulla risposta