Topinambur gratinato

Topinambur gratinati

E’ una preparazione semplice, veloce, pratica e molto gustosa….   Non è una ricetta sensazionale, non è l’illuminazione del secolo.
Con questo metodo si possono cuocere patate, rape, cavolfiori… Il passaggio in forno con la gratinatura rende gli ortaggi sfiziosi e invitanti, la morbida cremina che li avvolge li rende gustosi e appaganti.

Topinambur gratinato

Ho scelto i topinambur perché spesso sono dimenticati e trascurati, poveri piccoli  tuberi: bruttini, a volte contorti e dispettosi, (che fatica pulirli) ma buonissimi, delicati, aromatici e molto salutari, sono innumerevoli le proprietà dei topinambur.

Ingredienti:
500 gr circa di topinambur
1 piccolo porro
noce moscata
sale dolce di Romagna
acqua q.b.
latte vegetale q.b.
1 limone

Procedimento:
Lavare ed affettare il porro, in una casseruola antiaderente farlo appassire aggiungendo pochissima acqua.
Nel frattempo lavare e sbucciare i topinambur, tagliarli a pezzetti e tuffarli immediatamente in acqua addizionata con il succo del limone, per evitare che anneriscano.
Aggiungerli al porro, salare leggermente, insaporire con una spolverata di noce moscata, ricoprire con poca acqua e  latte vegetale: ho utilizzato latte di riso, ma va bene qualsiasi latte. I liquidi devono coprire i topinambur.
Topinambur gratinato
Coprire la padella e cuocere a fuoco moderato.
Controllare la cottura bucando i pezzetti di topinambur con uno stuzzicadenti, il liquido si deve assorbire completamente e i topinambur devono essere ben cotti: i pezzi più piccoli si disferanno creando la base cremosa.
Topinambur gratinato
Distribuire i topinambur in una teglia leggermente oliata e come ultimo passaggio, far gratinare in forno, con la funzione grill, per 10-15 min a 180°: sulla superficie si formerà una leggera crosticina.
Topinambur gratinato
Gustare caldi….. squisiti, morbidi, buonissimi!!!
Topinambur gratinato
E’ una preparazione semplicissima, pochissimi ingredienti per offrire un piatto veramente gustoso, pratico; si può suddividere la preparazione in due tempi e riservare la gratinatura al momento di servirli.
Topinambur gratinato
Se acquistate topinambur con la buccia sottile e tenera, si può evitare di sbucciarli, basta lavarli accuratamente spazzolandoli.
Topinambur gratinato

14 commenti su “Topinambur gratinati”

  1. Ho scoperto da quest’anno che adoro i topinambur e anche alle piccole, soprattutto ad Alice: questa versione mi sembra golosissima! La proverò sicuramente!

    Rispondi
  2. Così è davvero molto invitante, non sarà la scoperta dell’anno ma insomma è una ricetta sfiziosa 🙂
    una bella idea Feli, le foto rendono davvero bene!! ^_^

    Rispondi
  3. Oggi ho fatto di nuovo i crocchette di topinambur, ma nella prossima volta che acquisterò i topinambur di sicuro farò questa meravigliosa ricetta. Brava.
    Baci.

    Rispondi
  4. Hai detto bene, sono dispettosi!! Mi piacciono ma per pulirli (sbucciarli) ne butto un terzo. E così, per evitare sprechi e rotture di scatole, non li compro.

    Rispondi
    • Quando li acquisto li guardo con attenzione, cerco di acquistare quelli con meno bitorzoli…. e se la buccia è bella non la tolgo tutta, nei punti impossibili, la spazzolo bene…. ma sono troppoooo dispettosi 😉

      Rispondi
  5. Ciao,
    Il tuo blog è fantastico!! Complimenti davvero..
    Una domanda. Se non avessi il porro posso cucinarli lo stesso?
    Graziee

    Rispondi
    • Grazie mille, sei gentilissima. Il porro lo puoi sostituire con una piccola cipolla, ma non è necessaria, serve per aromatizzare e completare la preparazione, saranno buoni anche senza. Se li cucini mi fa piacere il tuo parere. Buona serata 🙂

      Rispondi

Lascia un commento