Bistecca di muscolo di grano autoprodotta

Sono oltre 10 anni che sono vegana, ma non ho mai autoprodotto seitan o muscolo di grano

E’ davvero una grave mancanza, giustificata dal fatto che essendo celiaca non posso consumare il glutine e trovando in commercio ottimi prodotti non ho mai avuto l’occasione di sperimentare.
Ma c’è sempre una prima volta… e dopo che mio marito ha assaggiato ed apprezzato la Bistecca di muscolo di grano mi sono decisa; è arrivato il momento di autoprodurre, sopratutto vista la difficoltà di acquistare muscolo di grano.
Dopo aver essermi informata ed aver acquistato gli ingredienti, mi sono armata di spirito d’avventura e sono partita.
Ero intimorita, ma mi sono dovuta ricredere… è decisamente più semplice e veloce di quanto pensassi, con orgoglio ho servito una super “bistecca” di muscolo di grano che è stata apprezzata e gustata.
La preparazione è semplice e non richiede particolari attrezzature, ma io volevo realizzare la “bistecca” non il solito prodotto ingabbiato, desideravo proprio riprodurre il muscolo di grano tanto apprezzato da mio marito, la cui consistenza è davvero unica ed è merito sopratutto della cottura e della forma.
Per la preparazione del muscolo di grano ho fatto riferimento ad una ricetta trovata online, ho variato alcuni aromi e ortaggi, ma per il resto ho seguito le indicazioni e utilizzato gli stessi ingredienti, invece  per realizzare le bistecche ho seguito il mio intuito  e si è dimostrata la scelta vincente.


Mi rendo conto che molti storceranno il naso al titolo, definire “Bistecca” un prodotto vegetale fa storcere il naso anche me, ma purtroppo si usa prendere in prestito nomi e descrizioni solo per semplificare la comprensione e non per la volontà di copiare o voler imitare alimenti animali.
Sono felice di aver autoprodotto la “Bistecca” di muscolo di grano e sono ben fiera di presentarla come alternativa e non come imitazione alla Bistecca.

Per i celiaci e gli intolleranti al glutine, ricordo che questa preparazione non è adatta, contiene un alta percentuale di glutine.

Ingredienti:
200 gr di glutine di frumento
100 gr di farina di piselli o farina di ceci
pepe bianco a piacere
1 grattugiata di noce moscata
1 cucchiaino di zenzero in polvere
1 cucchiaino di semi di coriandolo in polvere
1 cucchiaio di pomodori secchi in polvere
300-310 ml di acqua

Ingredienti per il brodo vegetale
1 costa di sedano
200 gr di carote
1 cipolla
2 cucchiai di salsa di soia
1 cucchiaino di sale integrale
2 litri d’acqua
3 cm di zenzero fresco grattugiato

Procedimento:
In una larga casseruola preparare il brodo,  potete utilizzare gli ortaggi che preferite ed aggiungere spezie ed aromi a piacere.
Nel frattempo, in una ciotola capiente miscelate le farine e aggiungete le spezie; nella mia versione anzichè utilizzare il concentrato di pomodoro ho unito farina di pomodori secchi autoprodotta, per realizzarla basta tritare finemente i pomodori secchi.
Non aggiungete sale, non è necessario, farete cuocere le bistecche nel brodo salato.
Unite l’acqua poca alla volta impastando, in pochi minuti si formerà un panetto colloso e corposo.
Trasferite l’impasto sulla spianatoia e impastate per qualche minuto.
Suddividete l’impasto in porzioni, io ho scelto di realizzare tre bistecche di circa 200 gr l’una.
Spennellate con poco olio tre fogli di carta forno, posizionate al centro la pallina di impasto e con le mani appiattitela formando la bistecca.
Durante la cottura tenderà ad allargarsi, in questa fase non esagerate con le dimensioni.
Impachettate le bistecche chiudendo la carta forno, non è necessario legarla o fissarla, la cottura “libera” renderà le bistecche più morbide.
Con attenzione adagiate le bistecche nel brodo bollente, proteggetevi le mani con i guanti e con delicatezza posizionate i pacchetti sovrapponendoli.
Con una spatola cercate di spostare gli ortaggi sopra i pacchetti, eviteranno che le bistecche durante la cottura si muovano.
Fate cuocere le bistecche per 40 minuti e fatele raffreddare all’interno del brodo.
Estraetele ed ecco le vostre bistecche pronte.


Potete cucinarle alla piastra come nel mio caso oppure congelarle.
Io ne ho congelate 2 avvolgendole singolarmente in carta forno e successivamente in pellicola per alimenti, al bisogno basta scongelarle a temperatura ambiente.
In questo formato il mopur è molto versatile, risulta morbido ed inoltre potete trasformarle in straccetti o polpette.


Provate  a cuocerle in padella, è veloce, semplice e accompagnata da semplici patate al forno la preferita da Fausto
Prima di cucinare la bistecca fatela marinare in poca acqua, salsa di soia, succo di limone, sale, succo di zenzero, salvia e rosmarino freschi.
Dopo la marinatura adagiate la bistecca in una larga padella copritela con la marinata e incoperchiate.
Cuocetela a fuoco moderato sino a quando il liquido si sarà assorbito, successivamente a padella scoperta fate dorare su entrambi i lati.


Le bistecche sono delicate e morbide, giratele con cautela utilizzando due spatole.


A cottura servitele calde accompagnandole con patate al forno.

Nota: Ho rifatto la “bistecca” sostituendo la farina di piselli con farina di ceci, ottimo risultato sopratutto visivo.

E’ doverosa una precisazione, il Muscolo di grano nasce da un intuizione di Enzo Marascio, la mia preparazione è un’imitazione e non vuole assolutamente sostituirsi all’originale.
Vi lascio il link del sito ufficiale

2 commenti su “Bistecca di muscolo di grano autoprodotta”

Rispondi a enzo Annulla risposta