crocchette di batata e quinoa

Crocchette di batata e quinoa

Scoprire nuove varietà di frutta e verdura mi entusiasma; mi piace assaggiare sapori nuovi, provare nuovi accostamenti e portare a tavola piatti salutari e nuovi.

crocchette di batata e quinoa
Dopo aver testato la Batata nel Riso Arcobaleno, dovevo assolutamente metterla alla prova con una ricetta originale: abbinarla alla Quinoa Real, (altro nuovo acquisto) è stato naturale.
crocchette di batata e quinoa
Le Crocchette di Batata e Quinoa sono riuscite perfettamente, la Batata ha superato tutte le aspettative, non da meno la Quinoa, buonissima.
Gustando queste Crocchette si percepiscono tutte le differenti consistenze: morbida e soffice la Batata, avvolgente e leggermente croccante la Quinoa, i chicchi rossi e neri rimangono più compatti.

Ingredienti:
400 gr. di Batata (pesata cruda con la buccia)
150 gr. di Quinoa Real integrale (pesata cruda)
dado vegetale autoprodotto q.b.
timo essiccato
sale integrale dolce di Romagna con salicornia
olio extravergine d’oliva
salsa di soia (tamari)
farina di mais integrale

Ingredienti per le cips di Batata:
2 batate

Procedimento:
Lavare e spazzolare le Batate: per sfruttare completamente le proprietà della Batata ho evitato di sbucciarla.
In un robot da cucina tritarle grossolanamente, lavare accuratamente la quinoa.
In una casseruola con coperchio, cuocere batata e quinoa insieme, aggiungendo acqua  sino ad arrivare a coprirle, aggiungere il dado vegetale e cuocere per assorbimento sino a quando sarà tutto perfettamente cotto e morbido.
Con il frullatore ad immersione frullare una piccola porzione di quinoa/batata, se preferite potete estrarre circa due cucchiai di composto e frullarlo nel boccale del frullatore, ma con attenzione si ottiene lo stesso risultato frullando direttamente nella casseruola.
Assaggiare e regolare il sapore, aggiungere il timo e, a tegame scoperto e fiamma vivace, far asciugare perfettamente il composto mescolando in continuazione.
Versare poco olio, amalgamare e ritirare il composto in un contenitore, far riposare in frigorifero qualche ora. E’ possibile preparare il composto il giorno precedente, il riposo è fondamentale per la riuscita delle crocchette.
Riprendere il composto e modellare delle crocchette o polpette, la forma è indifferente, la quinoa e la batata si saranno amalgamate e legate perfettamente.
Preparare una soluzione con un cucchiaino di salsa di soia, uno di olio extravergine d’oliva e poca acqua.
Passare le crocchette nella farina di mais e successivamente inumidirle leggermente con la soluzione.
Posizionare su una teglia preventivamente foderata con carta forno e cuocerle a 180° per circa 20 min.; a metà cottura estrarre la teglia e girare le crocchette: se necessario proseguire ancora qualche minuto.
crocchette di batata e quinoa
Nel frattempo affettate sottilmente, (circa 2 mm) due piccole batate, foderare una teglia con carta forno e disporre le fettine di batata senza sovrapporle, estrarre le crocchette e infornate le batate, abbassate immediatamente la temperatura del forno a 150°. Cuocere per circa 20-25 min.; a metà cottura estrarre la teglia, girare le fettine e controllare il grado di cottura.
cips di batata
Sfornate e servite le Crocchette di Batata con le cips croccanti e sfiziose!!!
crocchette di batata e quinoa
Squisite, invitanti, sfiziose…..  Buonissima la Batata e la Quinoa Real, vi consiglio vivamente di cercarle e assaggiarle…..
quinoa real

28 commenti su “Crocchette di batata e quinoa”

  1. qui ti sei superata!primo per la forma perchè sono perfette (te lo avevo già detto anche per le polpette che sei precisissima).secondo per il mix gustoso che hai creato.io che sono una inguaribile golosastra me le vedo bene anche con delle salsine gustose.poi feli, non c’è niente da fare: tu si vede che cucini tutto sempre con amore, e non giusto per mettere qualcosa in tavola.

    Rispondi
    • Valentina sei gentilissima….. troppoooooo…. sai sono abituata a fare polpette, crocchette & Co, deformazione professionale, mi vengono bene al primo colpo, senza grande impegno. Hai proprio ragione le salsine sono perfette per queste piccole golosità, anche se comunque non sono risultate asciutte. Mi piace pensare al bisogno mio e di mio marito, mi piace unire il buono e il sano… ma tu non sei da meno, anzi… le tue preparazioni sono spettacolari 😉

      Rispondi
  2. Ciao Feli, facendo molto sport la quinoa, super proteica, qui in casa non manca! Questa versione non l’ho mai provata a essere sincera, mi è piaciuto molto il modo in cui l’hai preparata e l’abbinamento! E’ fortunato Fausto a poter gustare le tue ricette! un bacione

    Rispondi
    • Grazie mille, sei gentilissima… anche a noi piace molto la quinoa, ma sinceramente la preferiamo trasformata… e nelle polpette è spettacolare, hai ragione in questa versione da il meglio di se, e questa varietà multicolor è buonissima, la preferisco alla classica. Fausto non si lamenta 😉 un bacione

      Rispondi
  3. WOWWWWWW *__* che belle!!! io ho provato a fare le crocchette con i ceci e qualche cappero dissalato.. ma mi si sono un pò sciupate nelle forma quando le ho girate in padelle… leggendo la tua ricetta forse ho sbagliato a tritarli col coltello, sarebbe stato meglio frullarli, per dargli una maggiore compattezza… e vabbè si impara anche così!! la quinoa non l’ho ancora provata ma mi ispira moltissimo… mmm le chips di batata dovrebbero essere paradisiache 😛 *papinagolosa*

    Rispondi
    • Grazie carissima, per quanto riguarda le crocchette di ceci se posso darti un piccolo consiglio, non usare il frullatore ma il robot. Inserisci nel robot ceci, aromi o spezie e trita, devi ridurli ad un impasto morbido, aggiungi un paio di cucchiai di maizena o fecola, insaporisci come meglio credi, poi ritira e fai riposare il composto in frigorifero.
      In forno reggono meglio e non si disfano, ma puoi comunque provare a farle dorare in padella. Vedrai saranno buonissime. Prova la quinoa è squisita, ricordati di lavarla bene prima di usarla 😉

      Rispondi
      • Grazie!!! gentilissima come al solito! proverò come hai detto tu!!! infatti l’avevo intuito che tritati a coltello non si sarebbero assemblati benissimo!!! li avevo anche impastellati con frumina ed acqua e poi impananati con pane grattugiato, ma non hanno retto molto la forma e credo che passati nel robot si possa ottenere una consistenza più compatta!!! e poi farò come dici tu e li farò al forno!!! :p grazie ancora!!! *__^

        Rispondi
      • Sì ! ci sono piaciute parecchio !!!!!! la prossima volta però devo far assorbire meglio l’acqua dopo la cottura, sono venute un po’ morbide. Il timo si sposa a meraviglia con batata e quinoa. 🙂

        Rispondi
      • Sono felice che vi siano piaciute, anche a me a volte capita di far asciugare troppo poco l’umidità… a volte sono di corsa 😉 spesso rimedio aggiungendo un cucchiaio di amido di mais mentre formo le crocchette, funziona 😉 Hai ragione il timo è perfetto.

        Rispondi
  4. Ma che bellissima ricetta, sfiziosa e sana! Grazie per averla portata alla raccolta… come sai adoro la quinoa e poi ho giusto una batata bella grande in frigo pronta usare! A presto sula mia tavola! Ti farò sapere!

    Rispondi
    • Le batate le trovo solo nei negozi biologici, è anche una certezza così posso consumarla con la buccia.
      Se non riesci a trovala puoi sostituirla con la patata, oppure metà patata e zucca. Puoi provare con solo la zucca ma dev’essere a polpa asciutta. Vedrai saranno strepitose in ogni versione 😉

      Rispondi

Lascia un commento