Sformato con agretti

Sformato con agretti

Il Cavolo Navone di nuovo protagonista, un altro esperimento con questo meraviglioso ortaggio…. Ne sentirò la mancanza, anzi mi manca già!!!


Sformato con agretti

E’ stata una scoperta davvero molto gustosa: il cavolo navone è buono, la consistenza lo rende versatile, il suo aroma di “cavolo” decisamente più delicato rispetto al cavolfiore; particolarità che lo rende perfetto anche ad abbinamenti più decisi, come in questa ricetta, dove l’abbinamento cavolo navone e agretti offre uno sformato dal gusto deciso e caratteristico.Si può realizzare la stessa ricetta  sostituendo il cavolo navone con uguale peso di patate. Cambierà il sapore, risulterà più delicato, ma vi potrete gustare uno sformato unico e incredibilmente buono.
Interessante la  consistenza dello sformato con agretti, morbida e corposa, molto simile  ad una “frittata”, il pesto di agretti avvolge e coccola lo sformato.

Ingredienti:
700 gr di cavolo navone – pesato crudo
400 gr di agretti – pesati crudi
un centimetro quadrato di zenzero o uno spicchio d’aglio (per chi preferisce ) 100 gr di farina di mais fioretto
1 cipollotto
sale dolce di Romagna
semi di coriandolo tritati
olio extra vergine d’oliva

Ingredienti per il pesto:
metà agretti
semi di girasole
sale rosa dell’himalaya
olio extravergine d’oliva
acqua q.b.

Procedimento:
Pulire e lavare gli agretti, farli appassire in una casseruola coperta aggiungendo poca acqua. Si possono sbollentare o cuocere a vapore, in ogni caso si devono solo ammorbidire.
Pulire il cavolo navone, sbucciarlo e tagliarlo a pezzettoni, cuocerlo a vapore sino a renderlo tenero.
In un robot da cucina riunire il cavolo navone, metà agretti e tritare finemente, smuovere il composto con un spatola e continuare a tritare, aggiungere lo zenzero a fettine, il cipollotto (crudo) a pezzetti, poco sale, i semi di coriandolo e continuare a tritare sino a quando non si ottiene un composto omogeneo.
Assaggiare, eventualmente aggiustare il sapore, aggiungere la farina di mais e amalgamare.
Versare il composto in una tortiera del diametro di 20 cm, se utilizzate una tortiera in silicone non sarà necessario oliare.
Cuocere in forno caldo a 180° per 40 min. coprire la superficie con un foglio di carta d’alluminio senza farlo entrare in contatto con lo sformato.

Sformato con agretti
Preparare il pesto con gli agretti rimasti, il procedimento è identico a quello indicato nella ricetta degli Agretti con strozzapreti di mais.
Nel boccale del frullatore ad immersione frullare gli agretti con i semi di girasole, aggiungere poca acqua, sale e uno o due cucchiai di olio extravergine d’oliva sino ad ottenere un pesto morbido e cremoso.

Sformato con agretti
A fine cottura sfornare e girare su una teglia lo sformato e proseguire la cottura per altri 10 min, senza coprire, per far dorare la superficie.
Servire tiepido, accompagnandolo con il pesto di agretti.
La consistenza è simile a quella di una “frittata”; appena sfornato sembra troppo morbido e poco consistente, ma basta lasciarlo intiepidire per ottenere uno sformato morbido, ma compatto.

Sformato con agretti
Il sapore risulta deciso, l’aroma degli agretti si valorizza abbinato al cavolo navone. L’accompagnamento con il pesto lo addolcisce e ne smorza leggermente l’aroma.

L’ultimo pezzetto di Cavolo Navone l’ho gustato al naturale, non l’ho ricettato; volevo gustarlo e conservare sino al prossimo inverno il suo sapore unico, la sua consistenza, il suo aroma.
L’ho cotto a vapore ed infine passato in forno con un trito di salvia e rosmarino.

Il Cavolo Navone al forno:


Cavolo navone al forno

6 commenti su “Sformato con agretti”

  1. Ma che fame mi fa venire questo sformato anche se sono solo le sette del mattino. Purtroppo nn ho questo cavolo per cui lo farò con le patate ma gli agretti il mio verduriere ce li ha. Sempre guardati con sospetto perchè nn sapevo come cucinarli adesso lo so.
    Grazie per questa ricetta, sei veramente una creatrice di delizie . Buona settimana alla prossima!

    Rispondi

Lascia un commento