tofu con verdure in agrodolce

Semplicemente tofu

Questa ricetta l’ho pensata per la raccolta Salutiamoci, volevo proporre una ricetta semplice, fresca e invitante, non ho voluto trasformare il tofu, l’ho presentato al naturale: Semplicemente tofu.
Il Tofu è l’ingrediente del mese di Giugno ed è in cima alla lista dei miei alimenti preferiti.

tofu con verdure in agrodolce
Non è gradito da tutti, ma sono convinta che riuscirei a far cambiare idea a molti, il tofu al naturale ha un sapore deciso e “fagioloso”, ma con qualche piccolo accorgimento si riesce ad ottenere un tofu totalmente neutro, pronto ad assorbire il gusto e l’aroma che vogliamo.

tofu con verdue in agrodolce
La marinatura  o la bollitura sono i metodi consigliati per neutralizzare il tofu. Personalmente preferisco la marinatura, in questo modo anche le proprietà nutrizionali del tofu rimangono integre e si può gustare in mille ricette diverse.
In questo caso ho fatto due marinature differenti: una lunga con acqua e succo di limone, serve per eliminare il sapore e l’odore tipico del tofu; la seconda veloce con salsa di soia, olio extravergine d’oliva e acqua, in questo caso ho insaporito il tofu.
La doppia marinatura si è resa necessaria perchè avevo previsto una cottura leggera e senza condimenti.
Ho abbinato al tofu delle semplici e gustose verdure in agrodolce, la “salsa” verdurosa ha completato il tofu.
Un piatto semplice, fresco, gustoso, leggero…. tutto gusto e sapore.
La “salsa” verdurosa è perfetta per qualsiasi abbinamento… vi conquisterà al primo assaggio.

Ingredienti per la salsa agrodolce:
3 carote
1 cipolla bianca
1 cipolla rossa
6 coste di sedano
2 pomodorini (secchi ammollati)
le foglie tenere e fresche del sedano
2 cucchiai di salsa di pomodoro (autoprodotta)
sale rosso delle Hawai
1 cucchiaio di salsa di soia (tamari)
2 cucchiai di acidulato umeboschi
1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
1 cucchiaio scarso di sciroppo di riso
acqua q.b.

Ingredienti per il tofu:
1 panetto di tofu
il succo di un limone
salsa di soia q.b.
olio extravergine d’oliva q.b.
acqua q.b.

Procedimento:
La preparazione più lunga è la salsa agrodolce, consiglio di prepararla il giorno precedente, oltre che per agevolarvi nell’organizzazione del lavoro, il riposo in frigorifero la rende particolarmente gustosa, i sapori si fondono e si armonizzano.
Lavare tutti gli ortaggi, ridurre a piccoli cubetti le carote, le cipolle, le coste di sedano e i pomodori secchi.
I cubetti devono essere abbastanza piccoli, poco più grandi di una brunoise. Riunire tutti gli ortaggi in una capace casseruola e cuocere a fiamma dolce, tenendo la pentola coperta e aggiungendo  pochissima acqua, salare leggermente per favorire la cottura.
Aggiungere l’acqua solo quando la precedente si sarà consumata, in questo modo gli ortaggi hanno la possibilità di caramellare leggermente e di legare.
Nel frattempo, in una ciotolina, miscelare la salsa di soia, l’acidulato umeboschi, l’olio extravergine d’oliva e lo sciroppo di riso.
A fine cottura scoprire gli ortaggi, alzare la fiamma e versare l’agrodolce preparato nella casseruola, a fiamma vivace e mescolando di continuo far caramellare gli ortaggi.
Si formerà una deliziosa cremina. Assaggiare ed eventualmente aggiustare di sapore. Il risultato finale dev’essere un agrodolce leggero e delicato.
Far raffreddare e riposare in frigorifero sino al giorno seguente.
La sera precedente estrarre il tofu dalla confezione, risciacquarlo velocemente con acqua fredda, tagliare i panetti in due nel senso dello spessore ricavando quattro fette e farlo marinare per una notte in una soluzione di acqua e il succo di un limone.
Il giorno seguente, preparare una leggera marinata con acqua, olio extravergine d’oliva e salsa di soia (tamari), estrarre il tofu dalla marinata notturna, sciacquarlo velocemente e farlo insaporire per minimo trenta minuti nella seconda emulsione.
Nel frattempo scaldare le verdure e se necessario aggiustare il sapore; personalmente preferisco assaggiare la salsa agrodolce fredda, riesco a sentire meglio il sapore.
Scaldare una piastra o una padella antiaderente, far dorare il tofu su tutte e due i lati, con la padella calda in pochi minuti si otterrà una deliziosa doratura.
Servire le fette di tofu accompagnandole con la salsa agrodolce, abbondante: con la salsa è irresistibile….

tofu con verdure in agrodolce
Ho pensato a questa semplice, ma gustosissima preparazione per offrire un piatto veloce e sfizioso.

tofu con verdure in agrodolce
L’operazione più lunga la richiede la salsa, ma ottimizzabile preparandola il giorno precedente. Il tofu risulta molto gradevole e con la marinatura in acqua e limone si neutralizza completamente il sapore “fagioloso”.

tofu con verdure in agrodolce
Il tofu è un ingrediente versatile, si presta a numerose e svariate preparazioni, facilissimo da ricettare si presta ad essere trasformato in sformati, gnocchi, pizze….. adoro il tofu!!!

 

10 commenti su “Semplicemente tofu”

  1. Give Tofu a chance! Secondo me chi lo schifa lo ha mangiato solo 1 volta semplicemente aprendo la confezione e addentandolo, ammetto che come primo approccio può essere un po’ traumatico 😀
    la tua ricetta farebbe ricredere i più scettici!
    Sai che sono andata ben 2 volte al festival di Chiuduno? Grazie per avermelo fatto conoscere <3

    Rispondi
    • Anch’io sono convinta che chi non ama il tofu è perchè non ha provato a cucinarlo….. ho voluto suggerire la marinatura proprio per aiutare chi si approccia al tofu 🙂 Io lo trovo buonissimo, lo mangio anche appena tolto dalla confezione 😀 Sono felice che ti sia piaciuta la manifestazione…. è bellissima direi unica, l’atmosfera è magica 🙂 Un bacione

      Rispondi
  2. Concordo col la Cesca qua sopra la mia testa.La prima volta che mangiai il tofu ( quello della marca da banco frigo da grande distribuzione che inizia con V )…ho pensato : “oddio ma questo è polistirolo, non ce la farò mai ad eliminare il formaggio per questa cosa “.Così,mesta e con le pive nel sacco per lungo tempo non gli diedi una seconda possibilità.Poi ci riprovai con una marca differente…uuhm, già meglio.Da lì iniziarono i miei mille esperimenti con il tofu.Finiti poi con l’autoproduzione.Eccezionale la tua idea della marinatura, brava e creativa come sempre.

    Rispondi
    • Anch’io ho avuto il mio primo approccio con quel tofu!!! concordo…. penso che non esista prodotto peggiore!!!! fortunatamente non mi sono fermata a quel traumatico assaggio….. io adoro il tofu 🙂

      Rispondi
  3. eccccerto con un tofu così chiunque cambia idea…..che meraviglia..che gusto…anche io amo molto la marinatura…sperimenterò!!Grazie di cuore un abbraccio

    Rispondi
  4. Ciao Felicia, ti seguo da diverso tempo ma è la prima volta che scrivo: volevo ringraziarti moltissimo perchè anche grazie a te e alle tue ricette sto imparando ad apprezzare e cucinare vegan e sto cambiando radicalmente la mia alimentazione. In particolare per merito tuo ho imparato moltissimo sul tofu e sulla possibilità di cucinare vegan senza glutine (sono intollerante) e senza schifezze. Prima di leggere questa ricetta ho utilizzato il tofu sempre mescolato ad altri ingredienti perchè da solo proprio non mi piaceva ma ora che ho provato con successo il potere delle marinature non mi ferma più nessuno! Grazie e ancora grazie!
    PS: ho aggiunto alla marinatura con il tamari un pizzico di sale affumicato: fantastico!

    Rispondi
    • Che gioia il tuo commento!!!! mi fa molto piacere averti aiutata a gustare il tofu, io lo trovo fantastico proprio perchè è in grado di mimetizzarsi e assorbire i sapori che voglio…. Lo uso tantissimo, in mille ricette diverse, sul blog nella categoria tofu le trovi tutte, e sono tutte squisite. Sono davvero molto felice per te, ora il tofu non avrà più difese!!!! lo gusterai e lo cucinerai in mille modi diversi!!!! Grazie ancora per il commento…. un bacione 🙂

      Rispondi

Lascia un commento