Crocchette di topinambur

Crocchette di topinambur e grano saraceno

Niente miglio??? Questa volta l’ho abbandonato, ho  voluto utilizzare un altro cereale che adoro e che troppo spesso viene trascurato: il grano saraceno.

Mi piace tantissimo… a cominciare dalla sua forma; i chicchi sembrano tante piccole piramidi, una volta cotto risulta morbido, corposo e avvolgente, il suo sapore, deciso, appagante, caldo. Il cereale non cereale (appartiene alla famiglia delle Poligonacee) perfetto per l’inverno, ricco di vitamine, proteine e altre innumerevoli proprietà. L’ho abbinato al tubero più simpatico che esista, bruttino, bitorzoluto, a volte ostile (non sempre è semplice pulirlo) ma buonissimo….. la sua consistenza è perfetta per realizzare polpette, polpettoni ecc. Abbinato al grano saraceno ha svolto egregiamente la sua funzione, in mix ha dato origine a delle crocchette morbidose e buonissime!!!

Ingredienti:
250 gr di topinambur
200 gr di grano saraceno
1 cipolla rossa
sale blu di Persia
coriandolo in polvere

Per la panatura:
Farina di mais
Olio extravergine d’oliva + salsa di soia (tamari) + acqua

Procedimento:
Lavare il grano saraceno, lavare e sbucciare il topinambur e tagliarlo a piccoli pezzi, lavare e tritare la cipolla.
In una pentola inserire tutti gli ingredienti preparati, coprire con acqua, circa lo stesso volume degli ingredienti e portare a cottura per assorbimento. A fine cottura scoprire e proseguire ancora qualche minuto per far asciugare completamente l’eventuale acqua rimasta.
Frullare lievemente solo parte degli ingredienti, rimettere sul fuoco e far asciugare ulteriormente il composto, assaggiare ed aggiustare il sapore.
Ritirare il grano saraceno e topinambur in un contenitore e far raffreddare, è possibile preparare la base il giorno precedente e farlo riposare in frigorifero un giorno.
Riprendere il composto, formare le crocchette, passarle nella farina di mais e disporle su una teglia preventivamente foderata con carta forno.
Emulsionare l’olio extravergine d’oliva, la salsa di soia e l’acqua, spennellare la soluzione sulle crocchette e cuocere in forno caldo a 180° per 20 min circa, a metà cottura estrarre la teglia e girare le crocchette, se necessario proseguire la cottura sino a raggiungere la doratura desiderata.
Ho preferito non frullare completamente il grano saraceno, non lo volevo ridurre in purè, ma bensì percepire la consistenza del grano e i pezzetti di topinambur rende le crocchette più rustiche e stuzzicanti.
Non è necessario aggiungere farina al composto, il grano saraceno si compatta senza problemi.
Ho scelto la farina di mais come panatura, un abbinamento collaudato e vincente.
Sono squisite, morbidose all’interno e croccanti fuori, stuzzicanti e appaganti…..

 

26 commenti su “Crocchette di topinambur e grano saraceno”

  1. Ma che bella ricettina!!! Grazie mille, la inserisco subito!! Grazie anche per aver fatto informazione sulla endometriosi, io non ne sapevo nulla, penso che contribuirò anche io con una ricetta! A presto!!!

    Rispondi
    • Anche per me è stata la prima volta che abbinavo questi due ingredienti, e devo dirti che mi sono detta? perchè non averci pensato prima…. un mix perfetto!!!

      Rispondi
  2. Sicuramente saranno buonissime, ma io riesco a vedere solo la perfezione: sono perfettamente cilindriche e sembrano tutte belle uguali! Ma come hai fatto? Bravissima!
    Se l’influenza mi abbandona, vorrei riuscire a creare anche io qualcosa per l’iniziativa sull’endometriosi!

    Rispondi
    • Grazie carissima, ma il composto saraceno e topinambur è facilmente plasmabile, è impossibile non farle belle!!! Vedrai ancora un paio di giorni poi sarai attiva per la raccolta!!!! almeno spero… 😉 un bacione di pronta guarigione ♥

      Rispondi
  3. Come ti ho detto non trovo il topinambur ma posso sostituire con le patate!
    Sono proprio deliziose e decisamente invitanti!
    Mi segno la ricetta per provarla quanto prima e riguardo l’iniziativa mi sono promessa di partecipare, speriamo di riuscirci 😀

    Rispondi
    • Carissima, puoi sostituire il tpinambur con qualsiasi ortaggio che desideri, la patata è perfetta, ma anche cavolfiore, sedano rapa o zucca, l’importante è che sia a polpa soda. Aspetto la tua ricetta per la raccolta, sono certa che saprai far meglio di me 🙂

      Rispondi
  4. Sebbene adoro la farina di grano saraceno, ho provato solo una volta i chicchi e non mi avevano convinta per niente 🙁
    Ma queste crocchette le proverei al volo!

    Rispondi
    • Ti posso solo consigliare di riprovarlo, magari cambiando abbinamenti, se lo abbini a zucca, patate o altri ortaggi dolci sono certa che ti piacerà….. queste crocchette sono risultate davvero molto gustose 🙂

      Rispondi
    • Personalmente adoro prepare le salsine con uno degli ingredienti delle crocchette. In questo caso potresti cuocere un topinambur, frullarlo ed aggiungere acqua sino ad ottenere una salsa della densità desiderata. Insaporisci utilizzando le erbe aromatiche che preferisci, buonissima con del timo essiccato. Quando servi le crocchette accompagnale con la salsina morbida e cremosa. Il topinambur si presta benissimo. Mi fa piacere che ti siano piaciute, bellissime vero!?!? spero che ti piacciano 😉

      Rispondi

Lascia un commento