RISO ARCOBALENO

Riso arcobaleno

Volevo un riso colorato, gustoso, croccante e sopratutto stagionale.
Nonostante la maggioranza degli ortaggi invernali non offrano tonalità vivaci e solari, sono riuscita a creare un mix invitante.
I nostri amici cavoli mi hanno aiutato alla grande e la nuova scoperta, la batata, ha completato l’opera.


RISO ARCOBALENO
E’ proprio grazie ad un post di Galline 2ndlife  che ho scoperto la Batata; dopo aver approfondito l’argomento, mi ero ripromessa di provarla anzi, dovevo assolutamente trovare la Batata e assaggiarla.
La condivisione tra blogger stimola la mia curiosità, ognuna di noi propone piatti interessanti con ingredienti vecchi e nuovi, tutte  le ricette sono sfiziose e intriganti,  ma a volte c’è un particolare che attira la mia attenzione, rimane in sospeso…. ma so che non scompare e alla prima occasione ritorna, è impossibile opporre resistenza…. devo provare, devo capire, devo imparare.
L’ho assaggiata, cotta a vapore e condita, squisita…. la stessa consistenza della patata: polpa morbida e avvolgente, leggermente dolce e aromatica. Il colore ti conquista: delicato e caldo, oltre al colore offre una consistenza morbida e avvolgente creando un piacevole contrasto con il cavolo cappuccio croccante, le noci tritate grossolanamente regalano al riso croccantezza e originalità.

Ingredienti:
200 gr. di riso di Bra integrale varietà Fino
300 gr. di batata
250 gr. di cavolo cappuccio bianco
100 gr. di cavolo cappuccio rosso
1 piccola cipolla bianca
5 noci
sale integrale dolce di Romagna
timo essiccato bio
olio extravergine d’oliva

Procedimento:
Lavare accuratamente il riso e cuocerlo coprendolo con acqua, cuocerlo al dente per assorbimento.
A cottura distribuire il riso su un telo pulito, sgranarlo con un forchetta, farlo raffreddare e asciugare.
In questo modo il riso risulterà sgranato e asciutto, perfetto per essere saltato in padella.
Lavare e sbucciare la batata, tagliarla a piccoli cubetti, cuocerla coperta in una larga padella antiaderente con un goccio d’acqua e un pizzico di sale. A cottura insaporire con una generosa spolverata di timo essiccato, ritirarla in un piatto.
Lavare e tagliare a piccoli cubetti la cipolla, farla appassire nella stessa padella utilizzata per la batata. Lavare e tagliare a piccoli cubetti il cavolo cappuccio bianco, unirlo alla cipolla e cuocerlo brevemente, aggiungendo poca acqua e un pizzico di sale.
Il cavolo cappuccio deve rimanere croccante. A fine cottura insaporire con una generosa spolverata di timo essiccato, ritirarlo in un piatto.
Lavare e tagliare a piccoli cubetti il cavolo cappuccio rosso, cuocerlo nella stessa padella utilizzata per le precedenti preparazioni, aggiungere un goccio d’acqua se necessario e un pizzico di sale: anche il cavolo cappuccio rosso deve rimanere croccante. A fine cottura insaporire con una generosa spolverata di timo essiccato, ritirarlo in un piatto.
Tritare i gherigli di noce a coltello e tostarli per qualche istante a fiamma vivace, mescolandoli continuamente.
Con tutti gli ingredienti pronti ora è possibile assemblare il riso.
RISO ARCOBALENO
In una grossa padella versare il cavolo cappuccio bianco, portare a temperatura la padella, unire la batata e dopo aver amalgamato i due ortaggi, aggiungere il riso cotto.
A fiamma vivace amalgamare velocemente e aggiungere le noci e il cavolo cappuccio rosso.
E’ meglio lasciare il cavolo cappuccio rosso come ultimo, per evitare che il colore copra gli ingredienti.
Amalgamare velocemente, versare un goccio d’olio extravergine d’oliva e assaggiare, se necessario aggiustare il sapore.
Servire.
RISO ARCOBALENO
Il riso offre un contrasto di consistenze originali e gustose; ottimo l’aroma di timo: si armonizza perfettamente con il cavolo cappuccio e la batata.
Un piatto sfizioso e salutare, pochi e semplici ingredienti per volerci bene.
RISO ARCOBALENO

Una piccola nota la merita la batata, un ortaggio davvero straordinario: considerando che Il CSPI (Center for Science in the Public Interest), organizzazione indipendente e no-profit che cerca di migliorare la salute, pubblica con informazioni utili relative alla nutrizione, ha messo la BATATA ROSSA al primo posto tra tutti i vegetali con un punteggio di 184, mentre il secondo vegetale ha un punteggio di 83.
Vi lascio un link se siete interessati ad approndire le informazioni sulla Batata.

 

10 commenti su “Riso arcobaleno”

    • Carissima…. è proprio la stessa… e che belli sono i tuoi gnocchi!!!! mi sa che la prossima volta farò gli gnocchi!!! Anch’io non possono mangiare le patate, ma con questa meraviglia mi sto consolando 😉

      Rispondi
  1. Grazie Felicia!
    Non ho mai provato la batata rossa (mai nemmeno vista in negozio 🙁 ) ma sono sicura che mi piacerebbe tantissimo!
    Bello e sano questo risotto, grazie del tuo contributo prezioso!

    Rispondi

Rispondi a Felicia Annulla risposta